MARZO 23, 2019 BY MARCO CONTINI CONSULTING

… TI SVELERÒ LA COMBINAZIONE VINCENTE, PER IL SUCCESSO DEL TUO LOCALE, LA TUA RIVENDITA DI VINI E NON SOLO …

Ciao piacere di conoscerti, mi presento, il mio nome è Marco Contini, vivo in Italia nella città di Pavia e oggi ti svelerò come aprire una vineria di successo.

Competenze:

  • Sono un esperto in strategie per la rivendita di vini sfusi per attività commerciali di nuova apertura o già esistenti che vogliono investire correttamente per aprire una Vineria di successo.
  • Consultandomi avrai la possibilità di mettere a tavolino le tue idee e progetti, studierò e valuterò con te la fattibilità e la miglior strategia per far decollare come un missile il tuo progetto, dandoti la possibilità di fare o incrementare il tuo business. Evitando di commettere errori.

Sono contento che tu sia arrivato o arrivata, nel mio blog (indipendentemente che tu sia un fanciullo o una fanciulla) e che stia leggendo questo mio articolo, dettato dall’esperienza nel settore di ben 19 anni. suddivisi in:

  • ricerca immobile
  • progetto del locale e modifiche
  • studio dell’arredo e rinnovi
  • al gratificante lavoro di Vinaio

Inoltre sono un disegnatore tecnico e questa esperienza lavorativa mi ha dato la possibilità di progettare la mia Vineria e mi auguro anche della tua presente o futura attività di rivendita di vini.

Come aprire una Vineria:


Logo Vineria, Vino, Enoteca, Bar

L’esperienza acquisita negli anni ed in prima linea sul lavoro hanno maturato in me professionalità e conoscenza della materia, dandomi la possibilità di consigliare al meglio.

Spero vivamente che la tua passione per il vino e gli affari, unita ad una grande voglia imprenditoriale, ti portino, dopo una giusta lettura e ricerca, ad intraprendere la tua nuova esperienza nel settore commerciale con vetrina, cioè l’attività svolta all’interno di un locale commerciale (negozio) classificato in categoria C1.


Catasto C1, Vineria, Vino, Enoteca, Bar


L’IMPORTANZA DELLA VETRINA

Chiarita la categoria catastale per il locale vorrei precisare un aspetto, che dal mio punto di vista ha una notevolissima importanza, ed è la prima caratteristica del negozio:

“CHE ABBIA ALMENO UNA VETRINA”


Obbligo Vetrina, Vineria, Vino, Enoteca, Bar

“Vetrofanie e pellicole satinate”

Clicca sulle foto per avere maggiori informazioni:

Vetrofania Vetrofania Vetrofania Vetrofania VetrofaniaVetrofaniaVetrofaniaVetrofania


Esempi di vetrine e serramenti


… questo aspetto (di notevole importanza) per me è scontato, ma per alcuni di voi no.

Nella mia vita ho visto attività commerciali operare in contesti sbagliati, locali con una porta di ingresso e finestre anche grandi ma alte, dove le persone non potevano nemmeno sporgere lo sguardo per curiosare all’interno ed intimorite, proseguivano la loro passeggiata sul marciapiede.

Queste persone si definiscono “clienti persi”, o almeno in parte, finché qualcuno dice a loro: “State tranquilli, sono entrato ed ho visto che è un ottimo posto!”

Il passaparola non costa nulla come spesa pubblicitaria ma può avere dei tempi di resa piuttosto lunghi.


“Come presentare il tuo locale con un sito web, clicca e approfondisci”

“Pubblicità”

Come fare pubblicità

Strumenti e hardware indispensabili, clicca sul notebook per maggiori informazioni:

notebook


Libro CreativitàPubblicità Pubblicità su Facebook


Non preoccuparti adesso, questo è un argomento molto importante ed avrò occasione di spigarlo al meglio in un altro articolo.

Inizio a parlarti delle 3 carte vincenti: “i reparti”

 


“VINO SFUSO, ENOTECA E SOMMINISTRAZIONE”


 

Vini sfusi, Enoteca, Bar

Reparti che non possono fare a meno l’uno dell’altro:
  1. Vini Sfusi (asporto e mescita) “Come vendere vini sfusi”
  2. Enoteca (come per i vini sfusi vendita e consumazione sul posto) “Arredare la tua enoteca”
  3. Somministrazione di alimenti e bevande (cioè, dare la possibilità ai clienti di mangiare e bere all’interno del tuo locale) “Bancone bar”


Passo alla spiegazione dei 3 punti


1) VINO SFUSO:

La parola stessa “Sfuso” sta ad indicare che devi vendere il prodotto nella quantità che ti richiede il cliente, in questo caso parliamo di litri.

Se tu avessi a disposizione degli spillatori potresti impostare un minimo d’acquisto di “1 Litro”.

Spillatori Vino

Se invece a tua disposizione ci fossero dei serbatoi in acciaio inox (perché solo questo materiale è consentito) magari con capacità di Litri:

  • 500; 1000; 1500; 2000; ecc.

“Clicca per vedere esempi di serbatoi in acciaio inox con tappo galleggiante”

… potresti considerare la quantità minima di “5 Litri”  utilizzando per la vendita contenitori chiamati dame (vetro o plastica).

“Dama 5 Litri di vetro con tappo”

Dama 5 Litri vetro

“Cesta in plastica porta dame da 5 Litri”

“Dama in plastica alimentare da 5 Litri”

In un prossimo articolo parlerò nello specifico dei contenitori per la vendita.


Per maggiori informazioni e disponibilità, clicca sull’immagine delle taniche.

Le due tipologie di vendita, Vino Sfuso, Enoteca, Bar

Ovvio, nel caso degli spillatori sarà più facile che vengano clienti con bottiglie da litro, magari più di una…

“Bottiglie da Litro”

“Borse in tessuto portabottiglie” 

…nel caso invece decidessi di usare dei serbatoi saranno maggiormente attratti clienti per quantità maggiori, minimo 5 litri, fustini di plastica da 20 e damigiane da 34 o 54 ecc. 

“Vetro con gabbia e manici 5 litri”

“Capacità 34 L”

“Damigiana vetro da 54 L”

Chiarito questo punto passiamo alla strategia commerciale!

La questione è ampliare la vendita con lo stesso cliente, come?

Adesso ti spiego con un esempio molto semplice:

Quando il cliente entra per comprare lo sfuso, oltre all’incasso che avrai con questa vendita, potrai, se ti sei organizzato con un bancone bar, offrire il secondo servizio, cioè la possibilità di vendere anche un caffè.

“Cialde caffè in carta, per la tua salute e quella dei clienti, clicca per approfondire”

Bar, Enoteca

Meglio ancora, una caraffa del tuo vino sfuso con un tagliere di salumi (ovviamente, con un ricarico differente), oppure un semplice aperitivo…

…ed ecco fatta la seconda vendita.

Interessante, vero?

Ma, non voglio assolutamente fermarmi qui, facciamo lavorare la testa!

Prova a seguirmi, concentrati!

…immagina il cliente, seduto al tavolo a consumare il suo aperitivo mentre tu riempi il suo contenitore di vino sfuso con tutta calma.

Lui ad un certo punto alza lo sguardo e vede il tuo reparto di vini “l’enoteca”, bottiglie ordinate ed assortite su scaffalature in legno, e guarda caso…

… gli viene in mente che deve fare un regalo ad un amico

IL GIOCO È FATTO!!!

si alza e va a curiosare, ecco, trova la giusta bottiglia per un regalo!

Magari, quella tipologia di vino, è già presente sul tuo bancone, perché il giorno prima l’avevi fatta assaggiare ad un altro cliente, che ovviamente l’aveva comprata, perché sapendo che sei “anche” un’enoteca era entrato per quell’acquisto specifico, una bottiglia…

…ma una volta dentro anche lui si guarda in giro e il gioco è fatto, coglie l’occasione della bottiglia per prendersi un caffè e il vino sfuso per casa.

“Triplice vendita”

A questo punto, tornando al cliente che era entrato a comprare lo sfuso, anche per lui hai fatto una triplice vendita:

  • ha comprato  il vino sfuso
  • seduto al tavolo a consumato il suo aperitivo
  • si è ricordato del suo amico ed ha acquistato una bella bottiglia

Lo scontrino che hai battuto in cassa è nettamente superiore alla sola vendita dello sfuso.

Ed immagino che tu sia molto contento!

Smile
2) ENOTECA:

Questa è la tua seconda carta:

Un reparto dove le quantità sono già definite, normalmente le bottiglie di vino hanno un contenuto misurato in Litri di:

  • 0,75
  • 1
  • 1,5
  • ecc.

Il mondo del vino è vastissimo e per questo motivo, che nelle tue scaffalature, devi predisporre un’ampia gamma di vini e non solo.

Esempi di scaffalature ed espositori per locale e magazzino, clicca sulla foto per visualizzare:

Scaffale 1 EnotecaEspositore 2 EnotecaScaffale 2 Vino, Enoteca


Non dovranno mancarti:

  • Grappe
  • Amari
  • Digestivi
  • E una piccola gamma di birre artigianali
  • ecc.

grappa poliamaro limoncello

Theresianer Antica Birreria di Trieste 1766

Ma non devi assolutamente fermarti qui.

In alcune situazioni di regalistica si fanno degli abbinamenti con prodotti alimentari, ad esempio:

  • Tavolette di cioccolato particolari
  • Dolcetti fatti con la pasta di mandorle
  • Pasticceria secca
  • Miele
  • Marmellate
  • Riso e pasta

“Clicca sulla foto per curiosare”

Cioccolato Enoteca, BarDolcetti con pasta di mandorlecrema di pistacchiRiso Enoteca, Bar

Altri prodotti che potresti inserire sono:

  • Olio di Oliva Extra Vergine
  • Olio aromatizzato al Tartufo ecc.
  • Aceto Balsamico
  • Olio di semi di Vinacciolo

“Clicca sulle foto per degustare e approfondire”

Olio Extravergine Enoteca, BarAceto Balsamico Enoteca, BarOlio Di Vinacciolo Enoteca, Bar, Vino

quest’ultimo, è una bella particolarità che non tutti conoscono.

Tu sei diverso e completo, sei speciale e nelle tue scaffalature ci saranno prodotti particolari, con il giusto prezzo per tutti i gusti ed una bella varietà di prodotti.

Non dovrai farti mancare anche una linea di bottiglie da prezzo (ma sempre di qualità), da vendere in cartoni da 6 bottiglie.

“Sbronzati e sorridi alla vita, in questo momento che sei ancora in fase di meditazione e non hai ancora aperto la tua Vineria!”

Clicca sulle foto per dare un’occhiata e se vuoi assaggia!

Lambrusco Enoteca, Bar, VinoVino Rosato, Enoteca, BarVino Bianco, Enoteca, Bar

Non consiglio cartoni da 12, perché nel caso di una cliente donna, sarebbe piuttosto difficoltoso movimentarli e per la regalistica, maggiormente impegnativo l’acquisto.

Aspetto importantissimo, nessuno dei tuoi prodotti dovrà avere reperibilità nella grande distribuzione.

Devi nel modo più assoluto, differenziarti con prodotti che non saranno nelle scaffalature dei supermercati.

I tuoi articoli saranno in parte Brand conosciuti ma la grande maggioranza di questi no, dovranno essere prodotti che:

  • Dovrai ricercare personalmente
  • Assaggiare per primo
  • Condividere l’assaggio con una persona a te vicina per poter confrontare i pareri

…solo dopo aver fatto questo lavoro, potrai esporli, in modo tale che tu possa spiegarli al cliente e convincerlo ad acquistarli.

Per il cliente sei il professionista, l’esperto, non devi assolutamente deluderlo.

NON VENDERE MAI NULLA SE PRIMA NON L’HAI ASSAGGIATO PERSONALMENTE!”

FAI LA DIFFERENZA, IL TUO LOCALE È SPECIALE E TU ANCORA DI PIÙ!


Enoteca e sottoreparti, Vino, Bar

3) SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE:

Sei arrivato alla terza carta, a completamento della strategia di vendita per la tua Vineria

Il Bancone, sarà la parte produttiva che ti darà la possibilità di intrattenere il cliente, offrendo un valore aggiunto al tuo locale.

Come ti dicevo prima, nel momento in cui il cliente entra nel tuo locale per acquistare Vino Sfuso oppure per comprare una bottiglia del tuo buon vino, per sé o per altri, avrà l’occasione di poterli degustare.

Quindi in questo contesto potrà assaggiare quello che proponi in vendita, ma nello stesso tempo, questo spazio,  ti darà la possibilità di creare un introito di una certa rilevanza. 

Anche in questo caso la persona che entra nel tuo locale potrebbe andare direttamente al bancone per ordinarti un calice di vino e uno stuzzichino.

Fantastica un po, addirittura potrebbe fermarsi per il pranzo degustando un tuo panino speciale o una piadina della casa, e in quel frangente scoprire che vendi anche Vino Sfuso e bottiglie.

Cogliendo l’occasione per commissionarti un cesto Natalizio perché magari siamo in prossimità del Natale.

“Idee per cesti e confezioni”

Cesto 1 Enoteca VinoCesto 2 Enoteca Vino cesto di salumi

Probabilmente il tuo cliente rimarrà molto soddisfatto del tuo panino e del calice di vino o del tuo aperitivo.

Guarda caso gli viene in mente che la prossima settimana sarà il compleanno della fidanzata e vorrebbe organizzare una festa a sorpresa nel tuo locale, questo perché ovviamente ha notato che hai un certo numero di tavoli per ospitare i suoi amici…

“Buon Compleanno, clicca e guarda gli addobbi a tua disposizione”

Striscione Buon compleanno Enoteca, Vino e Bar

… il resto è tutta una conseguenza.

Dovrete solo definire il menù, che potrà essere:

  • Stuzzichini farciti e assortiti
  • Pizza porzionata
  • Focaccia con olive o farcita con salumi
  • Sottaceti
  • Affettati misti
  • Pasta fredda
“Stuzzica mentre pensi”

Crudo 1 Enoteca, Vino BarCrudo 2 Enoteca Vino Bar

…per terminare una meravigliosa torta!

Un finale dolce che sicuramente ti commissionerà, perché non avrà assolutamente voglia di preoccuparsi di andare dal pasticcere e per questo motivo si affida a te.

Tu sarai ben felice di accontentarlo e commissionerai la torta al tuo pasticcere applicando il tuo ricarico (ricordati di farti rilasciare ricevuta e l’elenco degli ingredienti).

…COMPLIMENTI, TI SEI GUADAGNATO LA SUA FIDUCIA, QUESTO FORTIFICA IL VOSTRO RAPPORTO.

Dovrete solo decidere il tipo di servizio.

Gli piace l’idea del Vino Sfuso servito in caraffe, o preferisce stappare delle bottiglie?

Questo non ti preoccupa assolutamente, perché sei organizzato per tutti e due i servizi.

Sicuramente offrire il servizio di Vino Sfuso ti darà più margine di guadagno e risparmierai sullo smaltimento delle bottiglie vuote.

Il tuo cliente avrà sempre il potere decisionale, e quindi deciderà in base ai suoi gusti e al suo portafoglio.

———-

Banco preparazione e mescita Bar

Devi sempre pensare a tutto quello che puoi offrire con il tuo locale, se crei una solida struttura, studiata e ragionata, tutto sarà più semplice per affrontare qualsiasi richiesta e guadagnare maggiormente.

Giustamente devi generare il maggior profitto possibile.


Il bancone una grande forza, Vino Enoteca Bar


Raccogliendo le idee, voglio riassumerti in una riga, la mia strategia provata:


VINO SFUSO + ENOTECA + SOMMINISTRAZIONE = VINERIA DI SUCCESSO


Mi dispiace che fino a questo momento ti sia concentrato solo sulla rivendita di Vino Sfuso o semplicemente un’Enoteca oppure un bar.

Oggi giorno, questi singoli reparti presi solo in modo individuale non portano da nessuna parte.

Sarai incompleto se non unirai queste 3 forze e la concorrenza ti passerà sopra.

Spero di essere stato capace di farti comprendere l’importanza di un lavoro congiunto di più reparti e di aver rafforzato il tuo progetto.

…e non ti ho ancora parlato della possibilità di avere una zona di preparazione alimentare svincolata dal bancone, che assume una strategia maggiormente vincente.

Una cucina, che non per forza di cose deve preparare primi e secondi come una trattoria ma un sotto reparto dedicato, riservato, attrezzato e quindi maggiormente efficace per la preparazione del servizio al tavolo:

  • Stuzzichini
  • Salamelle alla griglia
  • Panini
  • Piadine

e molto altro.


Suggerimento:

Pulizia e sanificazione degli ambienti e delle attrezzature sono aspetti importantissimi, se vuoi approfondire clicca qui sotto:

“Sanificazione e disinfezione, consigli pratici”


A questo punto non mi resta che ringraziarti per la tua lettura, e invitarti a condividere l’articolo se l’hai trovato interessante e utile.

Grazie ancora, a prestissimo.

Marco Contini Consulting

Theresianer Antica Birreria di Trieste 1766
Bottiglie da 0.75lt

Facebook
Linkedin
Approfondimenti:
MarcoContiniConsulting

MARZO 23, 2019 BY MARCO CONTINI CONSULTING

Come aprire una Vineria di successo. Vino Sfuso, Enoteca e Bar: “la strategia vincente”

4 thoughts on “Come aprire una Vineria di successo. Vino Sfuso, Enoteca e Bar: “la strategia vincente”

  • Gennaio 2 2021 alle 17:54
    Permalink

    Siamo un Inpresa familiare e stiamo rilevando
    Un locale perfetto per un’ enoteca con degustazione a Roma precedentemente associazione culturale.
    Tutto ok anche con parcheggio convenzionato accanto
    Per non parlare dell’ affitto 690€
    Mq 55
    Unico problema forse ???
    Dispone di un solo bagno, con antibagno e fasciatoio.
    Spero davvero che l’ Asl mi dia le autorizzazioni il resto è ok diplomi e lavoro nella ristorazione da oltre 20 anni.

    Rispondi
    • Gennaio 10 2021 alle 14:38
      Permalink

      Buongiorno Marco, metrature e servizi igienici sicuramente adatti ad un’enoteca.
      Per poter fare somministrazione occorre: 1) Bagno con antibagno per i clienti con possibilità di accesso alle persone disabili e ad una carrozzina con passaggi e porte da 90cm, ovviamente WC, maniglione, doccetta e lavabo adatti. 2) Ulteriore antibagno, bagno e spogliatoio per gli addetti al lavoro. Impensabile che tu possa andare a lavarti le mani e a fare i tuoi bisogni nel bagno dei clienti!!!

      Rispondi
  • Agosto 28 2020 alle 19:15
    Permalink

    Le cose non sono proprio così..facili…
    Posizione strategica ok….ma se paghi l affitto sei ….fritto……meglio puntare sulla proprietà dei muri……Poi vendere vino è una attività che se ti consente di vivere….lavori con calma….molta calma; ben diverso somministrazione alimenti e bevande. Vuol dire faticare molto…pulizie….e saper trattare molto col cliente……..insomma diventa impegnativo……anche perché l offerta poi deve essere variegata….
    L importante comunque è crederci..

    Rispondi
    • Ottobre 11 2020 alle 15:54
      Permalink

      Buongiorno Andrea, nulla nella vita è facile, soprattutto se vuoi ottenere risultati importanti. Pagare un affitto oppure comperare un locale commerciale??? Dipende da quanti soldi hai a disposizione, ovviamente. D’accordissimo con te, vendere e somministrare sono situazioni differenti sia sotto il punto di vista dell’impegno, caratteristiche del locale, arredamento e competenze, per somministrare devi fare il REC oppure avere già lavorato nell’ambiente. “Crederci” Sempre!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *